marzo08201710.30
08 marzo 2017, 10.30 | Milano, Sala Gualdoni Palazzo di Giustizia (ingresso da Porta Vittoria)

L'8 marzo assemblea al Palazzo di Giustizia di Milano

Milano, Sala Gualdoni Palazzo di Giustizia (ingresso da Porta Vittoria)
In occasione della Giornata internazionale della donna, la Fp Cgil Lombardia organizza un’assemblea delle dipendenti e dei dipendenti del Palazzo di Giustizia di Milano, dalle ore 10.30 alle 13.30.
All’iniziativa, moderata da Felicia Russo, coordinatrice regionale Fp Cgil, interverranno: Laura Cossar, avvocata componente del Consiglio dell’Ordine Avvocati di Milano; Nicoletta Gandus, già magistrata; Elena Lattuada, segretaria generale CGIL Lombardia; Rita Querzè, giornalista del Corriere della sera-La 27 ora. E con l’attrice e regista della Compagnia Tac Teatro, Ornella Bonventre, a interpretare un monologo sui diritti delle donne.
 
Tra i punti principali del dibattito i femminicidi, con il 2017 partito malissimo, con tre donne uccise (di cui due lavoratrici pubbliche in Lombardia) già nei primi giorni dell’anno. Quando il 2016 ne ha viste interrare 116, di cui 20 nella nostra regione nei primi mesi.
 
“Rifletteremo da Palazzo di Giustizia, dove si giudicano femminicidi e reati, ma volendo andare a monte delle cause che portano alla violenza maschile contro le donne” dichiara Felicia Russo.
 
Partendo dal retaggio culturale patriarcale e passando attraverso le discriminazioni e le disuguaglianze sociali, economiche, professionali. E, più sostanzialmente, causate dalla propria differenza femminile.
 
“Il contratto deve essere il mezzo che consente di recuperare il gap di questi anni – continua Russo -. Un nodo tra gli altri è la conciliazione tempi di vita e di lavoro. Il part-time oggi è usato soprattutto dalle donne, che si sostituiscono al welfare. E lo sappiamo bene noi del lavoro pubblico, dove la maggioranza è donna”.
 
Un’altra sfida portatrice di diritti che si affronterà è la Carta dei diritti universali del lavoro della CGIL insieme ai due quesiti referendari su voucher e appalti. Tra i voucheristi, come rilevato dal dossier dell’Inca Cgil, il 52% sono donne. E tante sono anche quelle che hanno bisogno e diritto alla tutela della clausola sociale nei cambi d’appalto.
Milano, 2 marzo 2017
< Torna indietro