Cerca

Perseo e Sirio

(da "PubblicAzione" 3 gen. 2013) – Il nome di una costellazione, Perseo, e di una stella, Sirio. Due fondi nel cielo di un domani che la pensione di base sosterrà solo in parte (non oltre il 40-50% dell’ultimo stipendio).
Come afferma Claudio Tosi, segretario lombardo Funzione pubblica Cgil, la cultura previdenziale integrativa va potenziata da “un’informazione trasparente, continua e di qualità”, a fianco della “scelta consapevole” del lavoratore pubblico di “risparmiare ora per rinforzare il futuro”. Possono iscriversi a Perseo i lavoratori di autonomie locali e sanità, a tempo pieno o part-time, anche precari (contratto almeno di tre mesi). Come pure quei dipendenti di enti, vedi camere di commercio, non iscritti all’Inps (ex Inpdap) per i trattamenti di fine servizio (Tfs)/rapporto (Tfr): i cui oneri saranno a carico dello stesso datore di lavoro. Si aderisce con 2,75 euro d’iscrizione e 16 euro di quota annuale, rateizzata mensilmente. Importante l’1% – pari all’1% versato dal lavoratore – a carico del datore di lavoro, che aggiunge anche altri 2,75 euro alla quota tessera. “Dal secondo anno – spiega Tosi – si può aumentare il versamento a scaglioni dello 0,50%, ad esempio dall’1% obbligatorio al 2,50%”. Tra i vantaggi: possibili anticipi, rendimento tassato all’11% e non al 20%, esborsi deducibili. Chi già in servizio all’1.1.2001 passerà dal Tfs al Tfr: “il Tfs maturato fino all’iscrizione al fondo sarà il primo accantonamento di Tfr, cui aggiungere le successive quote di Tfr non destinate alla previdenza complementare. La somma finale, rivalutata, sarà liquidata direttamente dall’ente previdenziale terminata l’attività lavorativa”. Per dipendenti delle amministrazioni centrali c’è invece Sirio. Stesse regole, opzioni e vantaggi, salvo quota associativa annuale di 20 euro. (ta)

Vedi:
# documentazione a cura della FP CGIL Lombardia | della FP CGIL Nazionale
##  www.fondoperseo.it  |  www.fondopensionesirio.it

tiziana.altea | 03 gennaio 2013, 21:02
< Torna indietro