Cerca

RAR 2018: accordo con Regione Lombardia per il personale del comparto Sanità pubblica

Firmata oggi, 17 luglio 2018, la preintesa sulle Risorse aggiuntive regionali 2018 per il personale della Sanità pubblica (Ats, Asst, Irccs di diritto pubblico, Arpa, Areu, Acss, Istituto zooprofilattico sperimentale e Asp).
Le Rar saranno erogate con un acconto pari al 60% del dovuto entro il mese di ottobre, il restante 40% sarà erogato alle lavoratrici e ai lavoratori del comparto (infermieri, tecnici e amministrativi) entro aprile 2019. Come ascolterete nel video, dal nostro segretario regionale Gilberto Creston, in trattativa per le Rar i sindacati hanno cercato di frenare il tentativo di Regione di decurtare maggiormente le risorse. Queste le quote che andranno al personale parametrate alla categoria:  A - 540,00 euro, B/BS - 581,00 euro, C – 670,00 euro, D/DS -725,00. Un’ulteriore quota aggiuntiva annua andrà al personale infermieristico turnista (infermieri, infermieri pediatrici, assistenti sanitari, ostetriche):  di 227,00 euro se operante su turni nelle 24 ore, di 100,00 euro se operante su turni nelle 12 ore. Ma non solo per loro:  anche a tutto il restante personale turnista h24 verrà riconosciuta una quota aggiuntiva annua di 227,00 euro.
"Un accordo importante, non scontato - lo ha definito Creston - perchè mantiene un riconoscimento di carattere economico all'impegno che il personale della sanità porta avanti tutti i giorni". Un altro punto di rilievo per il sindacalista è "il rafforzamento del nuovo sistema di relazioni sindacali derivante dal contratto nazionale 2016-2018".
Le aziende dovranno, entro il 15 settembre 2018, predisporre i progetti sui macro obiettivi che dovranno essere coerenti con la preintesa e condivisi con le organizzazioni sindacali.
Sarà il Nucleo di valutazione aziendale a verificare il raggiungimento di detti obiettivi.



tiziana.altea | 17 luglio 2018, 18:47
< Torna indietro