Cerca

Comune di Carate Brianza / Decentrato che migliora il sistema indennitario

Sala (Fp Cgil Monza Brianza): fare contrattazione decentrata ha un valore enorme
3 mag. – “Il valore della contrattazione decentrata è enorme. Significa provare a calare i principi del contratto nazionale nella realtà dell’ente e valorizzare l'apporto delle lavoratrici e dei lavoratori ai processi organizzativi, per esempio attraverso la costruzione di un sistema indennitario coerente, che riconosca le specificità delle figure professionali”. Così Erika Sala, Fp Cgil Monza Brianza, interpellata sul contratto decentrato integrativo firmato nelle scorse settimane al Comune di Carate Brianza. “La contrattazione decentrata consente inoltre di entrare nel merito di materie come l’organizzazione del lavoro, permettendo di portare al tavolo il punto di vista di chi lavora in quell’ente e conosce da vicino le procedure operative. Ma anche di poter esprimere, laddove le relazioni sindacali con l’amministrazione siano buone, un parere su temi che non sono normativamente oggetto di confronto o contrattazione”.
Quali sono i punti salienti del decentrato di Carate? “Intanto si applica a una novantina di dipendenti comunali, ed è riferito al triennio 2019-2021 – risponde Sala -. Un punto forte è stato l’aver incrementato il sistema indennitario rispetto a condizioni di lavoro disagiate o esposte a rischi, dagli operai (1,50 euro giornalieri) alle assistenti domiciliari (1 euro), fino a quelle attività che possono comportare, in occasione di particolari eventi, un’articolazione oraria più flessibile per il servizio all’utenza, vedi la biblioteca comunale (10 euro)”.
Anche ai messi notificatori è stato garantito l'incentivo previsto dal ccnl, con il riconoscimento del 10% dei rimborsi delle spese di notificazione degli atti dell’amministrazione finanziaria incamerati dall'ente. Ed è stata riconosciuta l’indennità giornaliera per il servizio svolto all’esterno dalla polizia locale. “Per questi lavoratori, dopo anni di richieste, abbiamo raggiunto l’obiettivo di destinare una quota dei proventi delle sanzioni amministrative riscosse (il 10% del 50%) al fondo di previdenza complementare. Mentre per tutti i dipendenti comunali abbiamo incassato l’impegno a tenere assemblee informative sul fondo Perseo-Sirio, prontamente organizzate con la collaborazione del nostro Patronato INCA” sostiene la sindacalista.
Una novità dell’integrativo è l’istituzione della banca ore. “I lavoratori potranno accantonare 20 ore all’anno e decidere se farsele pagare come straordinario o se recuperarle, vedendosi comunque riconosciuta la maggiorazione” spiega Sala.
Tra i punti più critici, come già successo con il Comune di Meda, c’è che l’amministrazione ha voluto applicare la distribuzione della produttività ai lavoratori eccellenti per area e non per categoria, come chiedevano con un criterio più equo Rsu e sindacati. Da qui la nota a verbale allegata al contratto, oltre che l’aver ottenuto di applicare la disciplina sperimentalmente solo per il 2019, con l'impegno delle parti a rivedere il testo dell'articolo negli anni successivi.
tiziana.altea | 03 maggio 2019, 11:30
< Torna indietro