Cerca

Fondazione Busi di Casalmaggiore / Il 6 maggio tavolo sindacale

Negri (Fp Cgil Cremona): l’ente ha in spregio le relazioni sindacali
2 mag. – “La Fondazione ha un atteggiamento di spregio nei confronti delle relazioni sindacali”. Nette le parole della segretaria Fp Cgil cremonese Sabrina Negri sulla casa di riposo di Casalmaggiore, che preoccupa i sindacati per il presunto deficit di bilancio. “Da tempo chiediamo un confronto di merito alla Fondazione, cui abbiamo chiesto dati precisi per redicontare le spese: dai fornitori e dalle consulenze ai contratti per i servizi esternalizzati, dalle assunzioni a tempo determinato (con relative scadenze) agli assunti a tempo indeterminato nel 2017, 2018 e primo semestre 2019 suddivisi per tipologia contrattuale” racconta Negri. Insieme al fatto che per i nuovi assunti è stato introdotto il contratto Uneba, così ora nella stessa Rsa convivono due tipologie contrattuali differenti per uno stesso mestiere, visto che agli altri lavoratori e lavoratrici viene applicato il ccnl delle Funzioni locali, senz’altro migliore. “Su questo punto specifico vogliamo che i vertici della Busi facciano un deciso dietrofront. Rivendichiamo ancora e sempre: stesso lavoro, stessi salari, stessi diritti” attacca la dirigente sindacale. Tra gli altri punti su cui le categorie di Cgil Cisl Uil vogliono vederci chiaro è sulla ristrutturazione dell’immobile di piazza Garibaldi - “pare che il budget di spesa sia stato sforato” afferma Negri  -e sul resoconto delle ferie residue e dei debiti e crediti orari del personale. Lunedì 6 maggio è stato fissato un incontro. “In una lettera unitaria a presidente, cda e direttore amministrativo abbiamo dovuto rimarcare il rispetto del tavolo sindacale. I vertici della Fondazione volevano convocare un unico incontro congiunto con organizzazioni sindacali e Consiglio comunale. Ma stiamo scherzando? I due livelli non vanno sovrapposti”.
tiziana.altea | 02 maggio 2019, 12:25
< Torna indietro