Cerca

Cgil Lombardia: sempre e ancora più partigiani

Il lavoro, le donne, i giovani, l’antifascismo: è nata la sezione Anpi della Cgil Lombardia. Ieri l’inaugurazione nella sede milanese col contributo dei dirigenti delle Camere del Lavoro di Como e Lecco, da cui provenivano Maria Lorini e Pio Galli
12 giu. – E’ stata inaugurata ieri in via Palmanova 22 a Milano la sezione Anpi Maria Lorini e Pio Galli. Una sezione di posto di lavoro, pensata per i/le dipendenti della Cgil Lombardia, “che non ha nulla di diverso dalle sezioni territoriali”, specifica la presidente Maria Grazia Ghezzi. “Abbiamo deciso di aprirla, di comune accordo con la segreteria confederale, perchè in questo momento così buio, di fronte alla costituzione di un governo così marcatamente di destra, a dichiarazioni così lontane dalla nostra vocazione democratica e antifascista, dobbiamo essere ancora più presenti e militanti attivi in ogni dove”. La presidente aggiunge: “Vogliamo provare a marcare una presenza sul tema dell’antifascismo, valore fondante della Costituzione e dello Statuto della Cgil, ricordando quanto accadde durante il regime proprio nei posti di lavoro, nelle fabbriche, e vogliamo provare ad attualizzare coinvolgendo i giovani”. Pio Galli, sindacalista nato e cresciuto a Lecco, è figura già conosciuta ai più. Molto meno lo è Maria Lorini. “Una grande dirigente dimenticata”, come la definisce Ghezzi. “Perché dimenticata è l’attività che svolse dal 1973 agli anni ’80, quando costituì l’Ufficio lavoratrici”. Dopo l’attività sindacale e politica a Como Lorini si trasferì a Roma dove rafforzò l’impegno per le donne e le lavoratrici nelle file della Cgil nazionale. Lorini sapeva che non bastava raggiungere la parità salariale. In tutti i campi della vita, professionale e non, le donne erano svantaggiate e su questa consapevolezza e sul bisogno di uscire dal silenzio fondò il suo operato. La sezione dedicata a lei e a Pio Galli sarà per questo impegnata anche nel mantenere uno sguardo al femminile. “I dipendenti della Cgil Lombardia si mettono a disposizione – conclude Ghezzi – Abbiamo al nostro fianco la nostra grande organizzazione con le sue categorie”. (aa)
angela.amarante | 12 giugno 2018, 08:40
< Torna indietro